Il Monna salva le api con "Save the bees!"

Nella meravigliosa cornice dell'aula magna dell'istituto Monna Agnese, quest'oggi i protagonisti assoluti sono loro: gli studenti della 4B biotecnologico ad indirizzo ambientale. Sara Betti, Senio Ancilli, Lorenzo Franchi, Emanuele Maiorani, Matteo Mancini, Lorenzo Pacenti, Niccolò Pianigiani, Marco Rossinelli, Mattia Sampieri, Matteo Santini hanno infatti partecipato al concorso nazionale "Urban nature" promosso da WWF Italia ed hanno superato la prima fase, classificandosi fra le prime 20 scuole d'Italia.

Per ottenere tale risultato, gli alunni hanno realizzato un video-spot il cui obiettivo è quello di sensibilizzare l'utente sull'importanza del ruolo svolto in natura dagli insetti impollinatori, sempre più minacciati da cambiamenti climatici, pesticidi, insetti predatori arrivati dall'estero (etc...). Con fermento si attende l'esito finale, che dichiarerà quali sono -di queste venti- le sole tre scuole vincitrici finali: ad esse verranno forniti dei fondi in denaro per la realizzazione di un progetto sulla conservazione della biodiversità in aree urbane.

Gli alunni del Monna Agnese hanno, a tale proposito, presentato la proposta di un piano d'azione congiunto fra scuola, Comune, Orto Botanico, Contrade, Associazione "Le Mura" e "ASGA" finalizzato alla messa a dimora di piante amate dagli insetti impollinatori entro le aree verdi della città (parchi pubblici, giardini di Contrada, cortili della scuola stessa, aree attigue alle mura). Ecco che, in tale prospettiva, alla giornata hanno partecipato diverse figure della realtà senese che hanno accolto con entusiasmo l'invito fatto loro dalle docenti Francesca Laurigi e Lidia Sugherini, coordinatrici delle attività. 

L’assessora all’Istruzione del Comune di Siena Clio Biondi Santi, accompagnata dal dottor Falorni, era presente e si è congratulata con studenti ed insegnanti per l’ottimo risultato ottenuto. L'associazione "Le Mura" era anch'essa presente nella figura di Carolin Angerbauer, che si è dichiarata disponibile a collaborare in ogni caso con la scuola per pianificare in concerto azioni "verdi". Per l'associazione degli apicoltori senesi, grossetani ed aretini era presente la presidentessa Monica Cioni, che ha fornito informazioni utili sul delicato equilibrio che tiene in vita le api e le attuali minacce. L'orto botanico cittadino, interpellato come consulente per eccellenza, è presente con la dottoressa Ilaria Bonini, responsabile dell'erbario. Gradita anche la presenza del priore della contrada della Selva Stefano Marini e del responsabile del l'orto di contrada Fabio Centi: la contrada possiede una vasta area verde, alla quale si accede dal suggestivo vicolo delle carrozze. Anche questi due ospiti si dichiarano disponibili ad ospitare gli alunni per interventi specifici in tale area.

Least but not last, gli alunni hanno avuto il piacere di conoscere ed ascoltare l'intervento del dottor Giovanni Cappelli, responsabile WWF, che ha fornito ottimi spunti di riflessione sul vasto tema degli insetti impollinatori. Sono inoltre intervenuti studenti della scuola che possiedono alveari a gestione familiare, come Sara Cherubini, che ha descritto con puntualità sia alcune operazioni tipiche della cura delle api che alcuni "strumenti" e strategie tipici del mestiere dell'apicoltore. Il traguardo raggiunto rappresenta sicuramente per la scuola un grande vanto e soddisfazione. Non ci resta che augurare ai ragazzi: "IN BOCCA AL LUPO!".

Ecco il video realizzato dagli studenti:

Seguono links utili sull'evento:

Informazioni aggiuntive